fbpx

Telepass Vs UnipolMove: la battaglia al casello

Fonte principale: quattroruote.it

La trentennale solitudine del Telepass è finita. Come sapete, da qualche mese, è disponibile UnipolMove, un nuovo sistema di pagamento elettronico del pedaggio proposto dal gruppo Unipol. È il punto di arrivo di un percorso di liberalizzazione iniziato nel 2019 e arrivato a maturazione soltanto ora, per gli inevitabili tempi di messa a punto del dispositivo e della sua certificazione. Un’apertura del mercato dei pagamenti elettronici del pedaggio che consentirà, nel prossimo futuro, la discesa in campo di altri operatori che porterà a forme di concorrenza benefiche in termini di costi e quantità di servizi offerti. Questo perché, già da qualche tempo, Telepass non è più soltanto un apparecchio con cui regolare il pedaggio autostradale in Italia e in altri Paesi europei, ma è di fatto un istituto di moneta elettronica, utilizzabile per il pagamento di servizi tra i più disparati e riconosciuto per questo dalla Banca d’Italia. Una strada che, ovviamente, seguirà anche UnipolMove, sviluppando i servizi extra oggi già disponibili.

Vediamo i due dispositivi a confronto

Telepass UnipolMove
1,26 euro al mese.
Dal 1° luglio il canone del Telepass Base sarà di 1,83 euro; aumento congelato per 12 mesi per nuovi contratti. Fatturazione trimestrale
1,00 euro al mese. Pagamento mensile, con la possibilità di recedere in ogni momento
Servizi Telepedaggio, pagamento Area C Milano, parcheggi convenzionati, traghetti Stretto di Messina, carburante, altri (vedere in basso) Telepedaggio, pagamento Area C Milano, parcheggi convenzionati, strisce blu, carburante, bollo, multe, assicurazione contro furto e smarrimento apparato
Periodo prova gratuita Non previsto Sei mesi
Secondo apparato Twin (2,10 euro/mese, con assistenza stradale) 0,50 euro/mese
Uso all’estero Possibile in Francia, Spagna e Portogallo, sostituendo l’apparato originale (o aggiungendone uno); 6 euro per l’attivazione + 2,40 euro/mese quando utilizzato Attualmente no; previsto per il prossimo anno
Targhe Due per ogni apparato (moto comprese), cambiabili via app Una per apparato, cambiabile via app quante volte si vuole
Moto Sconto del 30% sul pedaggio con apparato dedicato alla sola moto e specifica richiesta Nessuno sconto
Distribuzione Online (consegna gratuita), TP Point (con limitazioni) presso Eni Station e centri Dekra, TP Store a Milano e Torino, alcune banche e gli uffici postali Online (consegna gratuita), 2.500 agenzie UnipolSai, Coop, banche convenzionate (Bper, Carige eccetera)
Utilizzo Su tutta la rete autostradale Su tutta la rete autostradale italiana, eccetto le tratte del Consorzio autostrade siciliane e la Pedemontana Veneta
Soluzione pay per use Nessun canone mensile, 10 euro all’attivazione e 2,50 euro/mese quando viene utilizzato, una sola targa per volta, alcuni servizi compresi Nessun canone mensile, 10 euro all’attivazione (5, per auto aziendale) e 2,50 euro/mese quando viene utilizzato

Una corsia, due apparati.

Quello che è importante sapere è che l’apparecchio di UnipolSai si usa esattamente con le stesse modalità del Telepass. Il contratto può essere sottoscritto attraverso il sito unipolmove.it, nei supermercati Coop, nelle banche convenzionate o in una delle 2.500 agenzie di assicurazione UnipolSai. Il dispositivo da apporre sul parabrezza della vettura, funziona in tutte le corsie Telepass dei caselli autostradali che riportino il simbolo dell’Unione Europea. A oggi, è praticamente utilizzabile ovunque, con due sole eccezioni: la Superstrada Pedemontana Veneta e i tronchi di competenza del Consorzio autostrade siciliane. L’utente che sceglie UnipolMove, quindi, deve seguire ai caselli la stessa segnaletica indirizzata agli utilizzatori del Telepass, la cui indicazione (che è una denominazione commerciale) è destinata a venire sostituita da una più generica: al momento, non si sa ancora quale (Telepedaggio? Pedaggio elettronico?). Sarà, comunque, una decisione presa collegialmente dalle società concessionarie e dalla loro associazione Aiscat. Telepass, però, giustamente auspica che venga mantenuto il colore giallo fin qui impiegato come fondo per la segnaletica, avendo ormai i guidatori maturato un’abitudine al proposito.

>> CONTATTACI PER PRENOTARE IL TUO NUOVO DISPOSITIVO DI TELEPEDAGGIO



Erreci Assicurazioni