fbpx

Cyber Risk

Cos’è, quali sono i pericoli e perché assicurarsi?

Con l’avvento di internet si è andato a formare un universo parallelo composto da un innumerevole mole di dati e informazioni che si rincorrono vertiginosamente ogni giorno. Software gestionali, email, social, blog, siti istituzionali, queste sono solo alcune delle ricchezze apparse con questa innovazione tecnologica strepitosa. Negli ultimi decenni ha aperto strade un tempo inimmaginabili quanto a velocità di comunicazione, fluidità dei processi, nuovi business e molte altre opportunità.

Ogni azienda ormai dispone di sistemi tecnologici: smartphone o computer aziendali, uno o più server, database e sono proprio questi strumenti che forniscono una potenziale porta d’accesso per chiunque nel mondo voglia sferrare un attacco informatico.

Che cos’è il Cyber Risk?

Il Cyber risk o rischio informatico nel tempo è diventato “il lato oscuro” del digitale. è un fenomeno ancora ampiamente sottovalutato e spesso viene scoperto solo a distanza di tempo.

Per Cyber Risk si intende qualsiasi rischio di perdita finanziaria ed economica e/ o l’annientamento della reputazione di un’organizzazione dovuta dal verificarsi di azioni dolose riguardanti il sistema informatico o da eventi accidentali. Questo significa che il cyber risk è un rischio concreto che può colpire le imprese in diverse forme, perciò deve essere affrontato in maniera sistematica e con una strategia ben definita.

A tal fine, occorre considerare il rischio cyber valutando sia le tecnologie, sia la mancata accortezza (volontaria o meno) dei dipendenti.

Quali sono i rischi effettivi?

Vediamo insieme i pericoli legati ad un attacco informatico.

Danni diretti: relativi alla violazione, perdita e divulgazione o alterazione dei dati sensibili sia dell’azienda, sia dei clienti o collaboratori, compromettendo il funzionamento aziendale. Inoltre subire un attacco informatico porta ad una notevole perdita di reputazione, molti clienti potrebbero essere poco propensi a sottoscrivere un contratto.

Problemi legali: uno degli obiettivi degli attacchi hacker è acquisire informazioni personali con lo scopo di estorsione. Le imprese sono responsabili del trattamento dei dati personali e della loro sicurezza, ritrovandosi così a dover risarcire le terze parti danneggiate per la divulgazione non autorizzata dei dati sensibili conservati nei loro server.

Danni per l’inattività: bisogna ricordare che il blocco operativo può essere parziale, ma anche totale e finché non viene risolto l’azienda non può svolgere la propria attività. Tutto questo si traduce in una sostanziosa perdita di reddito e di tempo, senza contare il denaro che si dovrà spendere per riadeguare i sistemi software violati.

L’importanza del Risk Management

Il risk management è quel processo in cui si misura la fragilità del sistema informatico di un’impresa ed è volto a creare delle strategie preventive agli attacchi informatici. Occorre quindi seguire alcuni passaggi chiave fondamentali!

Identificare i rischi

Individuare le possibili fonti di rischio cyber che possono colpire l’azienda generando perdite economiche e problematiche tecniche

Classificare e stimare i rischi

Valutare le due componenti di rischio: probabilità di evento e la gravità delle possibili conseguenze future di un violento attacco informatico

Valutare i rischi

Confrontare la possibilità di accadimento del rischio e i criteri di appetibilità, al fine di capire la rilevanza dei pericoli

Trattare e mitigare i rischi

Pianificando e attuando misure di contrasto si possono delineare delle linee guida operative

Trasferire il rischio

Ricorrere a polizze di cyber risk insurance per trasferire a terze parti il rischio salvaguardando l’attività

Monitoraggio del rischio

Mantenere in costante controllo i dispositivi e riadeguare la sicurezza in caso di aggiornamenti del software

RICHIEDI UN ANALISI DEI RISCHI PERSONALIZZATA

L’assicurazione Cyber Risk

Perché sottoscrivere una polizza può fare la differenza?

Le polizze contro il Cyber risk sono personalizzabili e modulari: dopo aver effettuato opportune analisi per definire le possibili coperture, si può concordare un piano assicurativo evitando di incappare in ingenti perdite di denaro o di credibilità.

Si può spaziare da soluzioni relative alla sicurezza delle informazioni, protezione in caso di richieste di risarcimento da terze parti, perdita di dati, assunzione di spese processuali e di difesa, spese supplementari in seguito al furto di dispositivi, consulenza PR per ripristinare la fiducia di clienti e fornitori, riparazione di software danneggiati, alle perdite di fatturato.

A tutto ciò va sommato anche il fattore normativo: sempre più giurisdizioni nazionali e internazionali stanno introducendo multe e sanzioni per le aziende che si dimostrano non adeguatamente preparate al rischio informatico.

Una polizza può quindi mitigare i costi economico/finanziari e sono pensate per realtà di medie e grandi imprese, ma possono essere adottate e riadattate con ottimi risultati anche da liberi professionisti e piccole imprese. Infatti, sono proprio quelle imprese con un’utenza ridotta che possono subire i danni maggiori.

Quali sono i benefici nell’avere una polizza?

  • La copertura è sempre aggiornata ed il premio assicurativo è rapportato al fatturato.
  • La polizza interviene su più aree di rischio: dagli attacchi informatici esterni (hacking) alle minacce provenienti dall’interno dell’organizzazione aziendale (danni ai sistemi hardware e software, errori o negligenza dei dipendenti).
  • Copertura per i danni derivanti dall’interruzione dell’attività.
  • Ampia copertura di base sui principali rischi informatici. Si possono aggiungere altre tutele per una sicurezza su misura.
  • Aiuta a contenere le spese sostenute in caso di ripristino dei sistemi informatici, di danni da reputazione e altri eventi.
  • Protegge dai danni arrecati a terzi per violazione della privacy.
  • Tutela per la violazione della sicurezza della rete e per danni a terzi arrecati tramite utilizzo di strumenti multimediali.
  • Gestione dei sinistri per difenderti in caso di imputazione penale, controversie in ambito privacy e contenziosi relativi a danni subiti o provocati a terzi.

Chi dovrebbe tutelarsi?

Ogni azienda utilizza software e internet per il proprio lavoro

L’assicurazione Cyber Risk è rivolta a tutti quegli enti che svolgono gran parte delle loro attività con dispositivi tecnologici. Di solito gli ambiti più colpiti sono gli e-commerce che usano metodi di pagamento online, ed i settori turismo e sanità. Ma non solo! Se si hanno processi interni automatizzati quali: produzione, fatturazione, database contenenti informazioni personali su clienti e fornitori è buona regola tutelarsi. Sono interessate anche quelle aziende che detengono brevetti, segreti industriali e software di gestione personalizzati. Inoltre, per i vertici dirigenziali sono disponibili soluzioni specifiche per i manager, dato che ogni eventualità ricade maggiormente sulle loro spalle.

Piccole Imprese

Professionisti

Commercio Web

Medie Aziende

Industria 4.0

Finanza ed Economia

Turismo e Trasporti

Logistica e spedizioni

Un semplice antivirus potrebbe non essere sufficiente per proteggersi dagli attacchi informatici.
La soluzione più efficace è tutelarsi con una polizza Cyber Risk.

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ
Erreci Assicurazioni